Vendere su Amazon: problema logistica. Cosa fare?

Vendere su Amazon problema logistica. Cosa fare

A proposito di vendere su Amazon, il problema della logistica non è un aspetto secondario, anzi. Come gestire al meglio tutto questo? Ecco le informazioni che stavi cercando.

Vendere su Amazon e il problema della logistica

Prima di affrontare il topic “Vendere su Amazon, problema logistica”, facciamo alcune considerazioni di carattere generale. Per avviare un qualsiasi business di successo è necessario tenere conto di molti aspetti.
Come prima cosa, bisogna avere un prodotto o servizio da vendere, giusto? L’attuale mondo del commercio è teatro di una competizione sempre più forte, indipendentemente dalla nicchia o dal settore.
In secondo luogo, bisogna anche intraprendere la strategia di marketing più adeguata. In altre parole, bisogna emergere dalla concorrenza, in modo da convincere il potenziale cliente che il miglior prodotto è proprio quello che vendiamo noi.
Ultimo, ma non per importanza, è l’aspetto che riguarda la logistica, ovvero consegnare il prodotto nelle mani del cliente. Se sai già di cosa stiamo parlando, non perdere altro tempo e clicca subito qui per iscriverti a “Marchio Privato”.
In caso contrario, proseguiamo insieme la lettura di questo articolo fino alla fine.

Il commercio e la logistica

Il commercio e la logistica

Ciò che analizzeremo in questo paragrafo potrebbe sembrare un aspetto banale, ma in realtà non lo è. Anzi, è il fulcro di tutta la faccenda.
Per guadagnare bisogna vendere qualcosa, proponendola anche nel modo più adeguato. Ciò però non basta, in quanto, fino a che il prodotto non giunge nella mani del tuo cliente, la vendita non può dirsi conclusa. Certo, nel mondo dell’e-commerce il cliente paga sempre in anticipo e, proprio per questo, la legge tutela la sua posizione.
In altre parole, potresti anche avere il prodotto migliore del mondo ed essere un genio del marketing, ma se il tuo prodotto dovesse arrivare danneggiato oppure con notevole ritardo, di certo al cliente non farebbe piacere.
Insomma, nel giro di poco tempo, tutti i clienti non soddisfatti, oltre a chiederti il risarcimento di quanto speso, finirebbero per farti una pubblicità assai negativa.
Risultato? Rischieresti di fallire dall’oggi al domani.

La logistica in proprio

Per gestire la logistica bisogna avere sia competenze idonee, che una certa disponibilità economica, altrimenti non si andrebbe molto lontano.
Prendiamo come esempio gli imprenditori che gestiscono in proprio la loro logistica. Prima di tutto, serve avere un magazzino, altrimenti dove verrebbe stipata la merce in attesa di essere spedita?
Successivamente, occorre assumere del personale che si dedichi solo ed esclusivamente alla spedizione, al fine di recapitare i prodotti rispettando in termini contrattuali stipulati con il cliente.
Infine, qualora dovessero sorgere delle controversie, è sempre il titolare dell’attività a risponderne in prima persona.
Purtroppo, quando si parla di controversie legali, bisogna anche mettere in conto anche un eventuale avvocato, qualora non si riuscisse a giungere ad un accordo “bonario” con il cliente.
Ecco perché o si hanno tutti i mezzi e le competenze giuste, oppure meglio delegare la logistica ai professionisti del settore.

Amazon FBA antonio vida marchio privato

Amazon FBA

Di sicuro, avrai anche tu sentito parlare di Amazon FBA, o sbaglio? Di cosa si tratta esattamente? Premetto che per esaurire questo argomento non ci vorrebbe solo un articolo, ma un libro a parte. Ad ogni modo, in via preliminare, si tratta di un servizio che Amazon offre a tutti coloro che sono titolari di un e-commerce.
In altre parole, questa multinazionale si fa totalmente carico della logistica dei venditori che decidono di proporre la loro merce attraverso il suo portale. Previo il pagamento di alcune tariffe, Amazon gestirà la tua logistica dalla A alla Z, rispondendo anche sotto il profilo legale qualora dovessero sorgere delle controversie con i tuoi clienti.

Antonio Vida e il nuovo corso “Marchio Privato”

Vendere su Amazon e sapere come impostare al meglio il meccanismo di regolazione della propria logistica, non è semplice. Insomma, per avere successo non puoi lasciare nulla al caso.
Lo sa bene Antonio Vida, il primo imprenditore italiano ad aver ottenuto fatturati da record proprio grazie ad Amazon FBA. Ecco la sua storia scritta in prima persona ed edita da Mondadori.
Imprenditore, ma anche titolare dell’omonima accademia che propone corsi esclusivi per tutti coloro che vogliono intraprendere la sua stessa strada.
Marchio Privato” è l’ultimo corso che ha ideato avente, come oggetto della formazione, proprio il meccanismo Amazon FBA.
I posti sono limitati, quindi non perdere tempo e prenota subito la tua iscrizione cliccando qui.

Redazione - info@economiaalternativa.it

Read Previous

Calcio: Inter, Suning non investe più: è l’ora dell’autofinanziamento

Read Next

Vendere su Amazon prodotti ad alto valore

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *