Il bitcoin entra nel mondo retail, per le banche un’opportunità da sfruttare

Il bitcoin entra nel mondo retail, per le banche un’opportunità da sfruttare

L’interesse è anche evidente in una community di investitori retail innovativi come quella di eToro, la piattaforma di trading con oltre 16 milioni di utenti in oltre cento paesi: il 62% dei suoi utenti ha investito in criptovalute, percentuale che sale al 65% per gli italiani. Le criptovalute, uno dei cinque asset a disposizione degli utenti di eToro, rappresentanto a livello globale il 21% del portafoglio medio 2020 (il 19% per gli italiani), con bitcoin che occupa oltre il 4%, anche per gli italiani. Il 12% degli investitori ha scelto l’investimento in cripto come scelta di lungo termine, tenendo la posizione per oltre un anno.

Pur ribadendo che si tratta di un investimento altamente speculativo e volatile, il report Bcg sottolinea come le banche abbiano «le risorse per garantire che le transazioni basate su criptovaluta siano sicure e legali, proteggendo sé stesse e i loro clienti da potenziali rischi: conoscono le modalità di verifica, dispongono di procedure strutturate di compliance, offrono servizi di custodia per monitorare e proteggere le risorse dei loro clienti».

Le opportunità non si fermano al mero trading di criptrovalute, ma si allarga all’intero ecosistema blockchain. Per esempio, con queste tecnologie le banche possono offrire investimenti immobiliari garantendo transazioni più affidabili o creare smart contract innovativi. Ma anche integrando le criptovalute con piattaforme di pagamento consolidate o altre offerte già esistenti per aggiungerle a un portafoglio o utilizzarle in transazioni innovative in arrivo.

Insomma si apre un nuovo mondo di innovazione a disposizione delle banche, che non possono permettersi di rimanere indietro.

TI PIACEREBBE INVESTIRE NEL MONDO DELLE CRYPTOVALUTE ITALIANE? CONOSCI IL PROGETTO ITALIANO INNOVATION MINING? SCOPRIAMOLO ASSIEME

Redazione

Read Previous

Tariffe per chi vende su Amazon: a quanto ammontano?

Read Next

Calcio: Inter, Suning non investe più: è l’ora dell’autofinanziamento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *