è davvero una cosa positiva? Da CoinTelegraph


Un milionario ha iniziato a regalare Bitcoin: è davvero una cosa positiva?

Quest’anno Bill Pulte, noto miliardario e filantropo, ha donato quasi 150.000$ in criptovalute al fine di accelerare l’adozione di questa tecnologia. Tuttavia, molti temono che tale iniziativa possa inavvertitamente fornire maggiore legittimità ai truffatori che organizzano falsi giveaway di monete digitali.

Altri ritengono invece che si tratti soltanto di un tentativo di migliorare la sua immagine pubblica. Attualmente Pulte conta quasi 3.000.000 di follower su Twitter, una cifra di gran lunga maggiore rispetto ai 10.000 di luglio dello scorso anno.

In data 10 luglio, Pulte ha annunciato su Twitter che avrebbe donato denaro a chiunque avesse condiviso o commentato i suoi post. Il giorno successivo ha inviato 625$ a sei dei suoi follower, così che potessero comprare (BTC).

Leggi il testo completo su Cointelegraph

Responsabilità: Fusion Media would like to remind you that the data contained in this website is not necessarily real-time nor accurate. All CFDs (stocks, indexes, futures) and Forex prices are not provided by exchanges but rather by market makers, and so prices may not be accurate and may differ from the actual market price, meaning prices are indicative and not appropriate for trading purposes. Therefore Fusion Media doesn`t bear any responsibility for any trading losses you might incur as a result of using this data.

Fusion Media or anyone involved with Fusion Media will not accept any liability for loss or damage as a result of reliance on the information including data, quotes, charts and buy/sell signals contained within this website. Please be fully informed regarding the risks and costs associated with trading the financial markets, it is one of the riskiest investment forms possible.





Source link

Redazione - info@economiaalternativa.it

Read Previous

Blockchain: Singapore raddoppia le aziende in un anno

Read Next

Biocarburanti, il dossier di Legambiente “Più olio di palma nei motori che nei biscotti” ⋆ Legambiente

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *