La Cina punta sulle rinnovabili per la “Nuova Via della Seta”: in costruzione parchi eolici e ad energia solare in tutto il mondo

Nuova via della seta, investimenti in eolico e solare in Cina e in tutto il mondo

Nuova via della seta, investimenti in eolico e solare in Cina e in tutto il mondo

La Cina e la “Nuova via della seta”: puntare sulle energie rinnovabili per il futuro. In costruzione parchi solari ed eolici. Investimenti da capogiro che faranno del dragone la potenza numero 1 mondiale dell’energia pulita

Il Governo cinese investirà in totale 360 miliardi di dollari fino a tutto il 2020 sulle energie rinnovabili creando così anche 13 milioni di posti di lavoro per i suoi cittadini: progetto integrante della “Nuova Via della Seta”

Non soltanto per un problema di inquinamento (resta critica in Cina la qualità dell’aria e non solo, specie in determinate città e punti strategici). Il Governo cinese ha programmato di investire moltissimo sulle rinnovabili anche in virtù del fatto che diventerà sempre di più un business strategico a livello mondiale. Un business sul quale il governo degli Stati Uniti (a guida Trump) sembra ormai aver “rinunciato” puntando invece nuovamente sul carbone.

Cina, investimenti nell’eolico e nelle rinnovabili per due ragioni: economia e salute dell’aria

Qualche dato è migliorato nella qualità dell’aria in Cina negli ultimi trimestri, ma Pechino resta ancora oggi il maggior responsabile di emissioni di gas a effetto serra e tra i paesi che fanno un utilizzo del carbon fossile veramente elevato. Due le ragioni dunque che portano il colosso asiatico ad un cambio di politica: salute e qualità dell’aria ma anche la fine dalla dipendenza dal petrolio (scelta che a lungo andare dovranno comunque fare tutti…).

In Cina si chiudono le fabbriche a carbone: si punterà sempre di più su eolico ed energia solare

In questi ultimi tempi infatti governo di Pechino sta chiudendo diverse fabbriche a carbone e attuando, anche localmente, politiche molto restringenti ad esempio per quanto riguarda l’uso di carbonella per il riscaldamento casalingo.

La Cina si avvia ad essere la prima suoer potenza mondiale su energia elettrica ed eolico

Una marcia che dunque non può dirsi facile, anzi. Ci vorranno investimenti e sacrifici (anche da parte della popolazione) ma grazie ad essi il governo di Pechino si è aggiudicato ormai il titolo di primo produttore assoluto al mondo di energia pulita (energia solare). Superate Germania e Stai Uniti.

In Cina il parco solare più grande al mondo: il Panda Green Energy

Progetti come il Panda Green Energy (il parco solare più grande al mondo) e il parco solare galleggiante inaugurato a maggio 2017 con una vita media stimata di oltre 25 anni (collocato nella provincia di Anhui, è composto da 166 mila pannelli fotovoltaici, in grado di alimentare quasi 15.000 abitazioni)

Pechino grazie a questa politica punta quindi anche ad estendere la sua influenza economica e politica a livello internazionale. Tutto ciò si inserisce perfettamente all’interno di un programma ben più ampio che è quello della One Belt One Road (Conosciuta in italia con il nome di Nuova via della Seta), la mappa che guida gli investimenti della Cina a livello mondiale. Ma gli investimenti di Pechino in questi campi non smebrano vedere la luce solamente nel vasto territorio cinese: Pechino infatti punta ad internazionalizzare i suoi progettie i suoi investimenti. Parchi solari vedranno la luce nel Sahara e parchi eolici made by China verranno invece costruiti nell’artico e nell’antartico.

Redazione - info@economiaalternativa.it

Read Previous

Truffe con i bitcoin: ecco come evitarle!

Read Next

Google: colpo “mortale” a Huawei. Soprattutto per i consumatori italiani

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *